Recensione

Buon ep d’esordio per il duo cileno/statunitense ÆRA.

Il musicista sudamericano Ulf Kveldulfsson propone un black metal atmosferico e dalle propensioni viking/pagan sul quale si poggiano le vocals abrasive di Tzel Vae, autore anche dei testi.
Questo primo assaggio che esce in CD per l’etichetta italiana De Tenebrarum Principio (dopo essere stato pubblicato in cassetta in edizione limitata) ci offre una realtà in grado di interpretare con buon piglio e spunti interessanti il genere nelle sue sembianze tipicamente scandinave.
Non so se quello del polistrumentista cileno sia un nickname oppure derivi effettivamente da discendenze nordeuropee, fatto sta che, comunque sia, in entrambi i casi  le sue generalità non appaiono affatto fuori luogo, alla luce dell’ortodossia e la padronanza con la quale viene affrontata la materia.
I tre brani, mediamente sui sette minuti di durata, sono abbastanza esaustivi riguardo alla capacità del duo di esprimere il meglio di un genere esibito con un piglio decisamente diretto, senza divagazioni e focalizzato con buona continuità sulla produzione di atmosfere epiche e solenni: Of Forsworn Vows è un’ep già sicuramente esaustivo riguardo alle potenzialità di un nome nuovo come gli ÆRA,  in possesso di tutti crismi per ritagliarsi una posizione di riguardo nella scena: in tal senso, l’inevitabile prova del nove sarà costituita da un’eventuale prossimo full length sulla cui bontà mi sento già fin d’ora di scommettere.

Tracklist:
1. The Kvlt ov Dream
2. Owls Not What They Seem
3. Thoughts Like Silver Bullets
4. Symmetric Kakophony
5. Leviathan
6. Dunwich Shaman
7. Wanderlvst
8. Valley Ov The Past Lives
9. Her Cosmic Song

Line up:
Tzel Vae – Vocals, Lyrics
Ulf Kveldulfsson – All instruments, Songwriting

ÆRA – Facebook