Recensione

Riesce davvero difficile definire folk metal i Folkstone, perché questo gruppo è molto più.

Il loro sesto album è molto maturo e completo e segna un ulteriore avanzamento nel viaggio che hanno intrapreso i Folkstone. Il gruppo sentiva il bisogno di una nuova fusione tra musica e parole, e l’hanno trovata progredendo ulteriormente, e Ossidiana è un disco di musica completa e di grande sostanza. Nel 2014, in Oltre L’Abisso, i Folkstone fecero una cover di Tex dei Litfiba, e con il gruppo fiorentino di quel tempo condividono quella maniera così efficace di unire immagini e parole, formando una narrazione che trasporta davvero lontano: non sono mai stati un gruppo ovvio e scontato, ma in questo disco raggiungono un livello superiore, mai toccato in Italia. Troppo spesso il folk metal viene bollato come genere vuoto, mentre ascoltando questo disco si capisce la ricchezza di questo linguaggio musicale quando finisce nelle mani giuste. I Folkstone fanno un’epica delle nostre vite, hanno testi profondi ed introspettivi e la musica è splendida, quasi come se ci trovassimo davvero in un’altra era, forse più vicina alla nostra anima. Tutto qui è curato nel minimo particolare, la registrazione a Zurigo ha giovato molto, e si sente un continuo miglioramento del loro livello. L’album è musicalmente molto ricco e tutte le canzoni entrano nel cuore e nella mente, aprendo entrambi ad emozioni notevoli. I Folkstone ci portano in giro per il mondo, abbattendo barriere che non hanno davvero senso, contano solo i sentimenti e qui ce ne sono davvero molti. Ossidiana è uno scrigno colmo di gioie e grande musica, per un gruppo che è decisamente una delle cose migliori che abbiamo in Italia, poiché riesce a rendere in musica e nelle parole una grande gamma di sensazione e cose perse nei tempi andati.

Tracklist
01. Pelle Nera e Rum
02. Scintilla
03. Anna
04. Psicopatia
05. Asia
06. Scacco al Re
07. Mare Dentro
08. E Vado Via
09. Istantanea
10. Supernova
11. Dritto al Petto
12. Sabbia Nera
13. Ossidiana

Line-up
Lorenzo Marchesi: Vocals
Roberta Rota: Pipes, Vocals, Rauschpf
Matteo Frigeni: Pipes, Hurdy Gurdy, Rauschpf
Maurizio Cardullo: Pipes, Woodwinds, Cittern
Andrea Locatelli: Pipes, Percussions, Rauschpf
Federico Maffei: Bass
Luca Bonometti: Guitars
Edoardo Sala: Drums

FOLKSTONE – Facebook