Recensione

Stoner sludge doom dall’Andalusia, con quest Ep d’esordio degli Oddhums.

The Inception è il primo passo di questo trio spagnolo, composto da musicisti comunque non più di primo pelo, che prova in questa ventina di minuti a riassumere e rielaborare diverse sfumature del doom senza tralasciare di rivestirle di una consistente patina psichedelica, e sconfinando talvolta anche in qualcosa non dissimile dal grunge più acido.
Devo dire che Dimgaze, traccia d’apertura, non mi ha impressionato granché, alla luce di un approccio poco penetrante ed un’interpretazione vocale piuttosto anonima, anche se i riff dimostrano quelle doti di fondo che decisamente impressionano nel secondo brano Big Brave, nel quale gli Oddhums sfruttano a dovere i cavalli a loro disposizione proponendo un bell’ibrido stoner grunge dall’elevato effetto dopante.
Anche le restanti due canzoni si sviluppano in maniera comunque piuttosto simile, nella loro alternanza tra passaggi più rarefatti riconducibili al post metal ed esplosioni controllate ma sulfuree, spesso davvero coinvolgenti e sulle quali forse questi iberici potrebbero indulgere anche più a lungo.
Come assaggio The Inception non è affatto male, anche se tendenzialmente gli Oddhums si rivolgono maggiormente a chi predilige il lato più lisergico dei diversi generi che confluiscono nel loro sound; pur non appartenendo a questa cerchia non posso non apprezzare questa prima uscita che fa presagire sviluppi futuri senz’altro interessanti.

Tracklist:
1.Dimgaze
2.Big Brave
3.Wounds
4.Under Siege

Line-up:
Will – Bass, Vocals
Keke – Drums
Freg – Guitars

ODDHUMS – Facebook