Recensione

Mente ascolto questo ep Unceasing Growth della one man band ucraina Sawsoer, scopro che sempre nel mese di febbraio è uscito anche allo stesso nome un full length intitolato Astrocarcas.

Francamente non ho idea di quale possa essere l’effettiva sequenza temporale dei due lavori, e quindi se l’una sia magari una raccolta di materiale più datato e riassemblato in una sola uscita e l’altro sia fatto di materiale di produzione recente, o viceversa, fatto sta che questo ep (che poi durerebbe quattro minuti in meno dell’altro che viene catalogato come full length, mistero …) dovrebbe essere sufficientemente esaustivo ai fini di definire lo stile musicale che vede coinvolto Sergiy Nesterenko.
Unceasing Growth offre quindi cinque brani di prog metal strumentale, con diverse pulsioni che si spingono fino al post metal e al djent: nulla di trascendentale o di inedito, se non la buona esecuzione di una materia abbastanza nota ai più e per la quale la decisione di rinunciare alle parti cantate rischia di rivelarsi penalizzante, trattandosi di un genere discretamente inflazionato, per cui senza un elemento peculiare come la voce viene meno un aspetto determinante per catturare l’attenzione dell’ascoltatore.
Il buon Sergiy se la cava bene con tutti gli strumenti e sicuramente questa soluzione, se adottata in un genere per sua natura più dinamico rispetto ad altri, produce risultati meno tediosi, consentendo a chiunque gradisca ascoltare un sound abbastanza vario ed esibito con buona tecnica di arrivare alla fine dell’ep senza troppa fatica, salvo poi difficilmente ritornarvi optando per qualcosa di differente.
L’iniziale Let the shining infinity unite us and turning to dust è una traccia sicuramente efficace, dotata di buoni spunti, anche melodici, mentre il resto della tracklist si mantiene su un livello simile, anche se forse leggermente meno immediato a livello di fruibilità; per chi apprezza il progmetal strumentale Sawsoer potrebbe rivelarsi un nome da tenere perlomeno monitorato, in caso contrario meglio dirottare le proprie attenzioni su qualcosa d’altro.

Tracklist:
1.Let the shining infinity unite us and turning to dust
2.Mother of recycling
3.I saw million glass faces
4.Your light die here
5.Unceasing Growth

Line-up:
Sergiy Nesterenko