Recensione

L’alternative rock/metal da ragazzini ai primi pruriti adolescenziali ha stufato non poco.

Questi album hanno ben poco di rock, figuriamoci di metal, e sono cantati come se dovessero far breccia in qualche festival zuccheroso per bambini, con una leggera brezza travestita da grinta immessa in canzoni pop da classifica e che, nel giro di un mese, finiscono inevitabilmente nel dimenticatoio.
L’urgenza, quel minimo di cattiveria e quel senso di pericolo che di fatto è l’anima del rock (anche quello moderno) sono assolutamente inesistenti per far spazio a vocine che al massimo gridano il disagio di un piede pestato risultando davvero poca cosa, musica usa e getta adatta ai minori di quindici anni.
Difficile recensire un album composto da undici inni al nulla, tutti esattamente uguali, quindi tutti potenzialmente hit da dare in pasto ai ragazzini prima di entrare a scuola, partendo dall’opener Poison Play per finire con la conclusiva The Exit.
Ah, loro sono gli Amor, trio dell’Arizona perfettamente calato nella band da un milione di dollari e Love VS Logic è il loro album pregno di singoli che “innamorare” coppie di giovincelli travestiti da ribelli, tra pop, appena accennate sfumature a quel metalcore plastificato, che per ora fa ancora sfracelli nelle classifiche, e rock radiofonico che tanto fa cool in questo inizio millennio.
Album da evitare se avete già passato la fase adolescenziale, Love VS Logic troverà sicuramente e comunque il suo spazio, ma il rock/metal alternativo e moderno è un’altra cosa.

Tracklist
1. Poison Play
2.Clockwork
3. At Odds With Self
4. Frequency
5. Twice, Again
6. Look Alive
7. Tonight Always
8. Heart Locker
9. Living Lies
10. Collisions
11. The Exit

Line-up
Dillon Conneally
Ryan Daminson
Tre Scott

AMOR – Facebook

Descrizione Breve
Album da evitare se avete già passato la fase adolescenziale, Love VS Logic troverà sicuramente e comunque il suo spazio, ma il rock/metal alternativo e moderno è un’altra cosa.