Recensione

Greci fautori di un thrash metal molto tecnico, preciso e potente, che colpisce davvero duro.

I Benefactor Decease sono un gruppo che non suona nemmeno una nota per caso, ma è tutto ben composto e pianificato, con un’esecuzione mostruosa, però sempre al servizio della musica, senza diventare un vuoto esercizio di stile. Il disco è come una mannaia che corre inesorabile tagliando tendini e cambiando la composizione chimica delle ossa, facendo schizzare il sangue dei morti sulle facce delle prossime vittime. Ascoltandoli si pensa subito a quel glorioso thrash metal molto tecnico dei Death Angel, Corner, Rigor Mortis ed altri, ma qui il superamento genetico di quel suono per una razza totalmente nuova. Il basso è la struttura pivotale del suono dei Benefactor Decease e tutto viene di conseguenza, incastonandosi perfettamente anche in canzoni molto lunghe. Un grande disco per un’etichetta molto ambiziosa.

TRACKLIST
1.Intro – Intermental Excitation
2.Electrical Death
3.Chronicles of a Paraphiliak
4.Anatomy of an Angel
5.The Finest Form For Body Modification
6.Feeling the Razor’s Touch
7.Abandonement to the Hanger
8.Subsistence For Regeneretic Impulse
9.Lyssa
10.A Blade in the Dark

LINE-UP
Panos “Cut-throat” Toufexidis : Vocals.
Zissis “Coroner” : Rhythm Guitars.
Nick “Chainsaw Murder” : lead guitars.
Apollo “Parafiliak” : Bass.
Vaggelis “Technical Arrogance” : Drums

BENEFACTOR DECEASE – Facebook