Recensione

La Rockshots Records accende la miccia e fa saltare una diga di note thrash metal travolgenti come una massa d’acqua che distrugge ogni cosa al suo passaggio.

I Damage S.F.P. arrivano all’esordio con una serie di brani scritti tra il 1991 ed il 1994 da tre amici provenienti da Helsinki: Jarkko ”Jaake” Nikkilä (voce e chitarra), Antti Remes (basso) e Tero Lipsonen (batteria).
La band, scioltasi nel 1996, torna sulle scena underground metallica con questo esordio omonimo sulla lunga distanza, di fatto primo lavoro a parte i due demo stampati nel 1993 e nel 1996.
Thrash metal classico portato all’estremo da tuoni e fulmini hardcore e death, un sound che non conosce compromessi, veloce, potente ed inarrestabile e classicamente old school (e non può essere diversamente visto l’anno di creazione dei brani).
Niente di nuovo nello spartito delle varie Death Of Innocent, Ruthless Fate, della devastante Tyrant e nelle aperture melodiche di In Termination, solo speed/thrash metal attoa a a creare un indistruttibile muro sonoro.
I primi Metallica sono la band che emerge di più tra le influenze artistiche dei Damage S.F.P., ma il riferimento va preso con le pinze perché qui si viaggia a tripla velocità e potenza.

Tracklist
1. Ride
2. Death of Innocent
3. Ruthless Fate
4. Tyrants
5. Insomnium (inst.)
6. Ode to Sorrow
7. Tragedy
8. Grain Brain
9. Crying for Relief
10. In Termination
11. Burst of Rage

Line-up
Jarkko ”Jaake” Nikkilä – Vocals and Guitars
Antti Remes – Bass
Tero Lipsonen – Drums

https://www.facebook.com/damage.sfp