Recensione

Per gli amanti del thrash metal che seguono la nostra webzine ecco un album che si rischiava di perdere tra la valanga di uscite che travolgono un mercato saturo come quello odierno.

War on Dead è il debutto degli Eyes Of The Living, quartetto originario della Pennsylvania che fa centro al primo colpo, mirando ad altezza d’uomo e spazzando via tutto con una serie di mitragliate di thrash metal tra tradizione ed ispirazioni moderne.
Un’ora di fuoco e fiamme, incedi appiccati su uno spartito in cui convivono diverse anime ed influenze, il tutto sapientemente amalgamato dal gruppo che manipola il genere come meglio crede e se ne esce con un gioiellino metallico, davvero ben congeniato.
La band ha creato un concept oscuro e lo sviluppa con un sound che fa proprie le lezioni dei gruppi storici del thrash metal come Anthrax e Megadeth e lo rende ancora più potente e catchy ispirandosi ai Pantera e White Zombie, con quel tocco di drammatica teatralità dark di marca Iced Earth.
La durata non inficia l’ascolto, i vari interludi e l’uso di tastiere e synth che creano l’atmosfera giusta prima dell’esplosione delle varie tracce rendono vivo l’interesse che suscitano brani dal buon appeal come Infected, Pull The Trigger e la title track death/thrash song orchestrata a meraviglia dal gruppo.
Segnatevi questo nome, andate a cercarvi l’album ed aspettate buone nuove, gli Eyes Of The Living promettono scintille.

Tracklist
1.Count the Days
2.Run for Your Life
3.Infected
4.Hell on Earth
5.Interlude (Aftermath)
6.Chemical Bath
7.Stench of Death
8.Pull the Trigger
9.Interlude (They Got Rick)
10.I Am Alone
11.War on Dead
12.What Is Left for the Dead
13.Survival
14.Outro (Contamination)

Line-up
Tim Swisher – Vocals and Guitar
Chris Moore – Bass
Mike Straiton – Lead Guitar
Cliff Fritts – Drums

EYES OF THE LIVING – Facebook