Recensione

Dalla tomba di un cimitero abbandonato in una zona imprecisa della Catalogna sorgono ancora una volta i Graveyard, band attivissima nella cena estrema iberica.

In undici anni, infatti, il gruppo proveniente da Barcellona, oltre a tre full length ha licenziato un paio di ep ed una marea di split a completare una discografia invidiabile, numericamente parlando.
Il sound è un buon esempio di death metal old school, catacombale e legato da un sottilissimo filo alla scena scandinava di primi anni novanta con tra Dismember ed Unleashed.
Niente di nuovo dunque, ma d’impatto, specialmente per chi stravede per queste storiche sonorità alle quali la band  aggiunge poche ma ottime atmosfere di lento incedere doom/death, a sottolineare ancor di più i testi incentrati su temi death/horror.
Back To The Mausoleum è un ep composto da quattro brani più intro che nulla aggiunge e nulla toglie ai Graveyard, band di genere che è sempre una sicurezza per gli amanti del death tradizionale di scuola nord europea.
Un growl che sembra uscito dall’ugola di un cadavere sepolto da centinaia di anni e tornato a camminare sulla terra, solos taglienti, armonie e rallentamenti melodici che creano melanconiche atmosfere mortifere e veloci ripartenze feroci come uno zombie accanito sulle viscere di una vittima, è tutto quello che troverete su Back To The Mausoleum, niente male tutto sommato.

Tracklist
1. Scorched Earth
2. And The Shadow Came
3. Craving Cries I Breath
4. In Contemplation
5. An Epiphany Of Retribution

Line-up
Javi – Guitars
Gusi – Drums
Julkarn – Bass & Vocals
Mark – Guitars
Fiar – Live vocals

URL Facebook
https://www.facebook.com/deathmetalgraveyard

Contenuto musicale (link youtube – codice bandcamp – codice soundcloud)

Descrizione Breve