Recensione

Orde di devastanti truppe battenti bandiera death metal si muovono nell’ underground estremo, che siano dai rimandi old school o delineati da un sound moderno.

I figli e i nipoti dei gruppi, che massacravano senza pietà negli anni d’oro del genere sovrano del metal estremo, continuano la guerra musicale iniziata dai loro predecessori, magari raccogliendo meno rispetto a questi ultimi, ma mantenendo un approccio ed attitudine che di quei tempi sono figli.
Death metal tradizionale o moderno sono due facce di una stessa medaglia unite per non concedere scampo a suon bombardamenti massacranti e violentissimi come Extraction, quarto album dei canadesi Insurrection.
Assolutamente di genere, poco originale, ma ben fatto, il nuovo album del gruppo proveniente dal Quebec si fa ascoltare risultando estremo e violento, melodico e moderno quel tanto che basta per non considerarlo propriamente un lavoro vecchia scuola.
Prodotto benissimo, Extraction continua la missione degli Insurrection: regalare una quarantina di minuti di musica estrema senza fronzoli, diretta, aggressiva e dannatamente coinvolgente, anche se un leggero senso di ripetitività alla lunga si fa spazio nell’ascolto, ma senza creare grossi problemi nel digerire in un colpo solo tutto l’album.

Tracklist
1.System Failure
2.Onward to Extinction
3.Pull the Plug
4.Le Prix à Payer
5.The Eulogy of Hatred
6.Parasite
7.Le pesant d’or
8.Misère Noire
9.Assassins
10.Data Extracted … End Transmission

Line-up
Stef Jomphe – lead vocals
Vince Laprade S. – rythm guitar
Antonin Fuzz – lead guitar
Martin Samson – Bass
Stéphane Desilets – drums

INSURRECTION – Facebook