Recensione

Ci sono voluti sette anni ai Purnama per rilasciare il primo lavoro, ma considerata la più che sufficiente riuscita di Lioness, la band proveniente dalla Repubblica Ceca supera l’importante esame.

Il quartetto di Turnov rilascia questi sette brani di death metal oscuro e maligno, contaminato dal black e da associare sicuramente alla scena death/black che ha visto i suoi natali nell’Europa dell’est.
I mai troppo osannati Behemoth sono i padrini del sound con cui la band attacca senza pietà, le tracce hanno una putrida anima nera e la mezz’ora circa di durata aiuta l’ascolto di Lioness, un album che sparato e fagocitato per intero non delude, con i brani che si susseguono violenti ed oscuri, tra armonie luciferine e ripartenze veloci.
L’album non ha grossi picchi ma, nell’insieme, raggiunge il suo scopo, con i Morbid Angel che a tratti fanno capolino nei momenti in cui il sound rallenta quel tanto che basta per rendere ancora più oscura l’atmosfera.
Lioness troverà estimatori tra gli amanti del metal estremo underground di scuola death/black, ed è un discreto inizio in attesa di future riprove.

Tracklist
1.Acheron
2.War For Home
3.Old Mystery Of Black venus
4.Black Panther
5.No Evil No God
6.Denial Of Humanity
7.Lioness

Line-up
Pavel Burkvic – Bass, Vocals
Vàclav Lhota – Drums
Jakub Vitàk – Guitars, Vocals
Vasek Vanicek – Guitars

PURNAMA – Facebook