Recensione

Quello che toccano le band scandinave diventa oro, se non commercialmente, sicuramente a livello qualitativo.

Attivi dal 2011 finlandesi Weightless World licenziano questa botta di vita melodic death/metal core intitolata The End Of Beginning, un appassionante viaggio nei suoni moderni di matrice estrema, dalle melodie vincenti ma dalla grinta notevole.
Il giovane quintetto nordico spara nove brani dall’appeal esagerato senza perdere un’oncia di quella aggressività melodic death che fa dell’album un piccolo gioiellino moderno e melodico, attraente ma allo stesso tempo duro come l’acciaio.
Come spesso accade quando si ha a che fare con proposte in arrivo dalle fredde lande del nord, il gruppo non scherza in quanto a tecnica, amalgama per benino i generi accennati e ci aggiunge solos taglienti come rasoi e di matrice heavy metal, ed il risultato non si fa fatica a promuovere.
Già da Savior e dalle seguenti Dragon’s Fire e Guillotine la band fa le presentazioni con l’aiuto di un sound dove la componete melodica fa il bello e cattivo tempo, senza snaturare troppo l’anima aggressiva che pervade le varie tracce, unendo forza bruta e melodia, splendidi chorus e scream brutali in un calderone metallico alimentato da un fuoco estremo.
L’album si chiude con i dieci minuti abbondanti della title track, un brano dalle suggestive atmosfere elettroniche, che si alterna tra new wave, impulsi progressive moderni, metal e core e mette l’ombrellino ad un cocktail da assaggiare senza alcun dubbio.

Tracklist
1. 59
2. Savior
3. Dragon’s Fire
4. Guillotine
5. Fat Lady
6. The Pair
7. Colors
8. Tides
9. The End of Beginning

Line-up
Tino Kantoluoto – Bass
Juuso Oinonen – Guitars & backing vocals
Perttu Korhonen – Lead vocals
Kari Rannila – Drums
Valtteri Viinikka – Guitars, growls & backing vocals

https://www.facebook.com/weightlessworld