Recensione

Ancora dalla Sardegna, ancora black metal, ancora di ottimo livello: dati di fatto che rappresentano un efficace indicatore del fermento regnante nella scena metal underground dell’ isola.

Questa volta sotto le nostre lenti di osservazione finiscono i Neravendetta, band cagliaritana che ruota attorno al duo Francesco Carboni – Marco Piu, coadiuvati dall’efficace operato di Giuseppe Novella alla voce.
Va detto subito che, rispetto ai corregionali dei quali ho avuto occasione di parlare recentemente (Solitvdo, Simulacro, VIII) i Neravendetta tralasciano, sia a livello sonoro che lirico, le pulsioni più introspettive o sperimentali per orientarsi decisamente verso il lato viking folk del genere, prendendo come ideale modello di riferimento gli imprescindibili Moonsorrow ma, ovviamente, personalizzando il sound immettendovi elementi melodici e tradizionali tipicamente mediterranei.
Magnum Chaos è il primo full length ed arriva, finalmente, dopo un decennio di attività intermittente che, quale altra traccia tangibile offre il solo demo autointitolato del 2009: un fatturato ridotto ma che, alla luce del valore di questo lavoro, diviene un elemento del tutto secondario.
La band sarda, infatti, si dimostra capace di inanellare una serie di brani avvincenti, dalle sfumature epiche e spesso sconfinanti nel folk, che nulla hanno da invidiare ai gruppi del nordeuropa per intensità e credibilità: spiccano, in una tracklist di grande solidità, Sirius e Sailing to Chaos, i due brani dai tratti più evocativi che sono quelli, forse non a caso, connotati maggiormente dall’efficace lavoro chitarristico di Carboni e dall’immissione, comunque misurata, di strumenti tradizionali, senza dimenticare i ritmi trascinanti dell’opener A Cosmic Journey.
Insomma, non c’è davvero nulla da eccepire sull’operato dei Neravendetta, ai quali non resta che augurare il crearsi di condizioni favorevoli affinché venga data continuità a quanto di buono è stato già fatto con Magnum Chaos, cosa che sarebbe senz’altro facilitata se alle loro spalle ci fosse un’etichetta in grado di valorizzarli.

Tracklist:
1. A Cosmic Journey
2. The Traveller
3. Sirius
4. Aldebaran
5. Polaris
6. Vega
7. Sailing to Chaos

Line-up:
Marco Piu – Bass
Francesco Carboni – Guitars, Keyboards, Drums
Giuseppe Novella – Vocals

NERAVENDETTA – Facebook