Recensione

Si sono fatti attendere ventiquattro e sono una delle prime band di black metal che fa riferimento alla natia cultura Maya: sì sono tornati i Xibalba Itzaes.

Loro sono messicani di passaporto, ma sono Maya nel cuore e nei fatti, dato che tutti loro testi vertono sulla quella grande cultura. Questo è appena il loro secondo disco sulla lunga distanza , dopo quello pubblicato nel 1994, chiamato Ah Dzam Poop Ek, che li aveva imposti all’attenzione della scena black mondiale. I nostri furono fra i propugnatori della scena black aztec maya metal in Messico e non solo: ora vi sono diversi gruppi in giro che si rifanno a quell’immaginario ed alcune si sono anche alleate fra di loro, ma nel 1994 anche in Europa il black metal muoveva i primi passi, tanto per far capire l’importanza di questo gruppo. Questo disco inedito segue la ristampa del debutto e di altro materiale da parte della Nuclear War Now! Productions che ha avuto il grande merito di rimetterlo in pista. Valeva davvero la pena attendere il ritorno di questo gruppo e del suo black metal molto vicino a quello degli esordi, dai suoni molto ortodossi ed influenzati in maniera importante dallo speed. Il cantato è abbastanza pulito, non ci sono growl, le chitarre viaggiano spedite senza essere pesantemente distorte, la batteria è molto vecchia scuola come il basso. Il risultato è un disco black metal molto bello e assai godibile, che riporta indietro negli anni, per una formula che è abbastanza ovvia ma mai facile da riproporre. Ah Tza Xibalba Itzaes è un lavoro ben fatto e suonato da persone che credono fermamente in ciò che fanno, ha un grandioso suono vecchia scuola ed indugiano sulla giusta narrazione, dando spazio ad un certo immaginario di sangue interessante e ben costruito. Se si ama il black metal non si potrà che essere contenti di questo ritorno e di questo disco che farà la gioia di chi ama quel ramo del genere che potrà anche essere definito semplice, ma che è ugualmente di grande bellezza.

Tracklist
01 Ah Tza!
02 Intro All Hail Chaac
03 All Hail Chaac
04 Rituals in the Sun
05 Throughout the Equinox
06 The Storm of Giaia
07 Nine Steps Below
08 Dawn of Endless Horrors
09 Ekab
10 The Owl
11 Ah Tza Xibalba Itzaes
12 Katun II (The First Chronicle)

Line-up
Marco Ek-Balam – Guitar & Vocals
Vic EkXibChac – Bass Guitar
Jorge Ah-Ektenel – Drums

XIBALBA ITZAES – Facebook