Recensione

Decay è un album affascinante e decisamente fuori dai soliti schemi prestabiliti, nato in una terra calda come la Sicilia, esce passionale ma allo stesso tempo gelato da un songwriting chirurgico che ne estremizza i contenuti, mantenendo una sua precisa identità senza andare troppo verso una sola direzione.

La band che ha deciso di puntare su un sound così estroso, indipendente e volubile si chiama BuiOmega e, dopo un ep di rodaggio nel 2012 (Portraits of a Hellish Descent), è pronta per lasciare un segno nel vasto mondo dell’underground estremo.
Decay è un album interessantissimo, solcato da una vena progressiva che si evince nelle non facili partiture che attraversano i brani, complessi ma fluidi nel loro incedere tra furia black metal, spirito hardcore, potenza death ed appunto, quell’approccio che avvicina brani tutt’altro che scontati alle band guida di un certo modo di fare metal estremo.
Arriverò necessariamente a nominarvi qualcuna di queste band, anche se la maturità artistica di episodi come The Night Before, As Above So Below o la devastante B_H, induce a non concentrarsi sui soliti paragoni e godere semplicemente della musica che i BuiOmega hanno magistralmente composto.
Neurosis, Covenant e Opeth sono i riferimenti logici di cui si diceva, ma voi sicuramente troverete altri spunti per dare una chiave di lettura a questa inesauribile e imperdibile fonte di emozioni estreme intitolata Decay.

Tracklist
1.Intro
2.Rotten Eden
3.The Night Before
4.Worm’s Age
5.Weeping Earth
6.Gaia
7.As Above So Below
8.Deneb
9.B_H
10.Outro

Line-up
Toy Calamarà – Vocals
Luca Dispenza – Guitar
Alfio Nicolosi – Guitar
Luigi Cannata – Bass
Mario Di Marco – Drums

BUIOMEGA – Facebook