Recensione

Alziamo le mani al cielo e diamo il benvenuto sulle pagine di MetalEyes ai True Strenght, band statunitense di heavy power metal dalle tematiche cristiane.

Il christian metal torna a risplendere della luce divina con Steel Evangelist, secondo album del gruppo americano e successore del primo The Cross Will Always Prevail, licenziato nel 2014.
I True Strenght suonano heavy power metal dai natali statunitensi, dunque anche se il sound è meno oscuro si può senz’altro parlare di U.S. metal di qualità, a prescindere dal credo dei musicisti
Steel Evangelist è composto da dieci brani per settanta minuti di metal devoto a Gesù Cristo, e il trio capitanato da Ryan “The Archangel” Darnell (basso, voce e chitarra) mette sul piatto un album di metal epico, ricco di cavalcate dai crescendo maideniani e da un approccio old school.
Leggermente prolisso, l’album non mancherà di soddisfare gli amanti del metal classico, tra power, heavy ed epic metal, mentre la battaglia tra gli angeli guerrieri e le forze del male si intensifica ad ogni passaggio.
Josh Cirbo alla sei corde e Ryan Mey alle pelli aiutano il leader nella sua missione, mentre una alla volta Cilician Gates, l’inno maideniano Gabriel The Archangel e la lunga Blood Waters The Cedars Of schiudono all’ascolto il pensiero musicale del gruppo americano.
Licenziato dalla Roxx Records , l’album contiene buona musica metallica dai richiami classici e, quindi, per i fans dell’heavy metal americano un ascolto è senz’altro consigliato.

TRACKLIST
1.No Cheek Left to Turn
2.Steel Evangelist
3.Cilician Gates
4.Don’t Take the Mark of the Beast
5.The Fall of the Ripest Apple
6.Gabriel the Archangel
7.Woe to the Sons of Ishmael
8.Blood Waters the Cedars of Lebanon
9.Twenty-One Martyrs Clothed in Orange
10.The War We Fight

LINE-UP
Ryan “The Archangel” Darnell – Bass, Guitars (rhythm), Vocals (lead)
Ryan Mey – Drums
Josh Cirbo – Guitars (lead)

TRUE STRENGTH – Facebook