Recensione

Nona compilation celebrativa per l’etichetta ucraina Metal Scrap che, in questi ultimi anni, si è messa in evidenza proponendo una serie di band di notevole fattura, alcune di queste già finite in passato nel nostro mirino.

All’interno di questa raccolta troviamo, quindi, brani di realtà conosciute e di sicuro livello, come gli originali deathsters russi Druknroll, la atmospheric black one man band americana Nihilistinen Barbaarisuus, i melodic blacksters polacchi Psychophobia, i misantropici ucraini Aeternus Prophet, i fantasiosi australiani One Step Beyond, i thrashers statunitensi Phantasmal, i più classici greci Sunlight e i devastanti bergamaschi Xpus.
Oltre a questi nomi ed alle relative buone canzoni, va segnalata anche la presenza di una delle migliori band estreme italiane, gli Hortus Animae, alle prese con una fantastica Ungrateful Fate (cover degli Entity); inoltre, appaiono rimarchevoli sia il power dei polacchi Divine Weep, con una traccia tratta dal loro ultimo disco, la cui recensione è di prossima uscita, sia il feroce industrial dei russi Ungrace, con una mazzata che va a porre la pietra tombale su un’opera che, come tutte le compilation del genere, ottiene il doppio scopo di rivelarsi utile sia alla label, per far conoscere le band presenti nel proprio roster, sia agli ascoltatori, i quali avranno modo di testare il livello di realtà fino ad oggi magari sconosciute.
Non resta che fare i complimenti ad Anatoliy Kondyuk, incoraggiandolo a continuare su questa strada all’insegna di proposte sempre brillanti per versatilità e qualità.

Tracklist:
1. DRUKNROLL – The Loop of World Creation
2. PSYCHOPHOBIA – The Fall
3. AETERNUS PROPHET – White Rot of Missing Thoughts
4. HORTUS ANIMAE – Ungrateful Fate
5. SABOTAGE – Don’t Panic
6. ESTATE – Hero
7. ONE STEP BEYOND – Enlightenment
8. BROKDAR – Lycanthropy
9. PHANTASMAL – Specter of Death
10. SUNLIGHT – Struggle for Deliverance
11. DARK MOROK – Night of the Shadows
12. NIHILISTINEN BARBAARISUUS – The Child Must Die
13. STRIDENT – Final Warhead Blast
14. XPUS – Primordial Evil Essence
15. GRENOUER – No Sense Aligned
16. DIVINE WEEP – Age of the Immortal
17. UNGRACE – Dead Ugly Hearts

METAL SCRAP – Facebook